Il Corallo

L’incontro tra l’uomo e il corallo risale ad epoche antichissime. Il fascino che da sempre questa materia vivente esercita sulla nostra specie deriva probabilmente dal colore rosso che, associato al sangue, fa del corallo un simbolo di vita e un elemento di protezione contro la morte. Tant’è che ritroviamo tutti questi elementi nel racconto mitico della sua nascita. A parlarci delle origini di questo prezioso elemento è Ovidio, nelle sue Metamorfosi. Egli narra che Perseo, dopo aver tagliato la testa di Medusa, la adagia su dei ramoscelli acquatici. Questi ultimi, a contatto con la mostruosa testa, ne assorbono il rosso sangue e s’induriscono. Infatti, a contatto con l’aria, il corallo si pietrifica, sebbene poco prima fosse vivo e sinuoso.

Ad accrescere il suo valore hanno inoltre contribuito la sua rarità e, soprattutto, la sua ambigua natura. Cos’è veramente il corallo: un fiore sbocciato dalle acque, un prezioso minerale o qualcosa di vivo. Nel corso della storia, il corallo è stato ascritto a tutti e tre i regni del creato, animale, minerale e vegetale; scienziati, uomini di cultura e naturalisti non sono riusciti a determinare la sua vera anima fino a tempi recenti.

Ora sappiamo che con il nome Corallo si indica l’esoscheletro calcareo delle colonie di alcuni celenterati antozoi ottocoralli, ordine dei gorgonari. Essi prediligono acque relativamente calde e non inquinate, a media profondità, sebbene queste non siano le uniche condizioni naturali in cui si sviluppino. Questo particolarissimo animale marino vive ancorato al fondale e abita gli oceani da quando la vita non era ancora arrivata sulla terraferma. In genere il corallo vive in colonie. Le colonie di coralli si presentano come strutture calcaree a forma di alberello. La particolare forma in cui si sviluppa ha rafforzato l’idea del suo legame con la vita e ha fatto sì che assumesse un valore magico per molte popolazioni. Esistono diverse varietà di coralli, provenienti dal Mediterraneo, come dai mari orientali.

Vediamone alcune:

Corallo rosso - Corallium rubrum
Il “corallo rosso”, detto anche mediterraneo, ha una colorazione che va dall’arancio al rosso scuro. Come si intuisce dal suo nome, viene raccolto in tutto il bacino del Mediterraneo. Vive ad una profondità che varia dai 30/40 metri fino a 150/200 e, generalmente si presenta in cespi alti 15/20 cm e larghi 10/15 cm, a forma di albero. Esiste poi una particolare varietà di questo corallo, nota col nome di Sciacca. E’ chiamato così perché dal 1875 alla fine del secolo furono trovati, fuori Sciacca, tre giacimenti di corallo i quali, fino alla fine del secolo, fornirono tonnellate e tonnellate di corallo. Si tratta di corallo subfossile, databile 18-20 mila anni fa. Ancora oggi se ne trova un po’ grezzo, conservato gelosamente nei forzieri delle aziende più antiche, che lo conservano come reliquie.

Corallo rosa – Bokè o "Peau d'ange"
Questo corallo vive principalmente in Giappone, ad una profondità di 200/300 metri. Esso è percorso da un’anima di calcare bianco, che viene accuratamente nascosta durante la lavorazione, per aumentare il valore del pezzo. Più il rosa è compatto, più il pezzo prodotto sarà raro. Esso è in assoluto il corallo più pregiato.

Corallo Momo o Cerasuolo
Il suo nome scientifico è Corallium Elatius. Viene raccolto in Giappone e nelle Filippine. A seconda delle qualità, assume colori che vanno dal rosa carico al rosso vivo. La peculiarità di questo corallo è il fatto che lungo tutto il cespo corre una venatura bianca (detta “anima”). Questo che potrebbe sembrare un difetto, in realtà è un pregio in quanto aiuta a riconoscere l’autenticità e la provenienza di una corallo.

Corallo Deep sea
Il corallo deep sea può assumere tutte le tonalità, dal rosa pallido al rosso chiaro. Particolarmente vitreo, è molto brillante. Proviene dalle Hawaii e vive a profondità tra i 1000 e i 2000 metri, il che ha modificato alcune teorie sulle abitudini di vita del corallo.

Corallo Aka (o Moro, o Sangue di bue, Oxblood)
Il suo nome scientifico, Corallium Japonicum, svela la sua provenienza geografica. Il suo colore può variare dal rosso vivo al rosso scurissimo. Generalmente presenta molti difetti e, quando si riesce ad ottenere un pezzo senza imperfezioni, si è di fronte a un capolavoro di rara bellezza.

Corallo Midway
Il Midway è un corallo la cui colorazione varia dal bianco al rosa, punteggiato di rosso. Deriva il suo nome dall’Arcipelago delle Midway dove solitamente viene pescato.